Cosa sono gli edulcoranti a basso contenuto glicemico?

Lo zucchero aggiunto contribuisce circa il 16 per cento delle calorie totali in una tipica dieta americana, segnalando le “Linee guida alimentari per gli americani 2010.” Quando ogni tipo di zucchero viene aggiunto al cibo durante la preparazione, la lavorazione o al tavolo, aggiunge calorie vuote, picchi Zucchero nel sangue e può promuovere un aumento di peso. Gli edulcoranti a basso contenuto di glicemia forniscono un’alternativa a basso o nessuna caloria che non influenza lo zucchero nel sangue.

L’indice glicemico valuta i cibi contenenti carboidrati secondo quanto aumentano lo zucchero nel sangue. Gli alimenti vengono segnati su una scala da zero a 100, dove il glucosio è classificato a 100. I punteggi di 55 o meno sono alimenti a basso contenuto glicemico, il che significa che hanno un effetto minimo sullo zucchero nel sangue. L’indice fornisce uno strumento per la scelta di alimenti che mantengono equilibrata la glicemia. Ciò è essenziale per la gestione del diabete, ma mantenendo un livello di zucchero nel sangue fermo contribuisce a gestire il proprio peso e può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, secondo la Harvard Medical School.

I sostituti dello zucchero riportano diversi nomi, tra cui gli edulcoranti artificiali, gli edulcoranti a basso contenuto calorico e gli edulcoranti non nutritivi. La maggior parte degli addolcitori artificiali sono 200 – 700 volte più dolci dello zucchero da tavola e devono essere approvati dall’Amministrazione degli Stati Uniti per la Food and Drug Administration. I sei derivati ​​attualmente approvati provengono da fonti diverse. L’aspartame e il neotame sono prodotti da aminoacidi. Acesulfame-K viene dal potassio. Il saccarino è costituito da solfimido benzoico, il sucralosio è prodotto da zucchero e lo stevia è costituito da foglie vegetali.

Gli edulcoranti artificiali non contengono carboidrati e la maggior parte non ha calorie. Di conseguenza, non influenzano lo zucchero nel sangue e non hanno neanche un punteggio glicemico. Solo uno di essi – aspartame – contiene calorie. Ha le stesse calorie dello zucchero da tavola, 4 calorie al grammo, ma è 200 volte più dolce dello zucchero, quindi si utilizza una quantità tale da non consumare calorie misurabili.

Gli alcoli di zucchero, chiamati anche polioli, non contengono alcool. Sono molecole modificate di zucchero che gusto meno dolce dello zucchero da tavola, ma contengono meno calorie. Gli alcoli di zucchero influenzano lo zucchero nel sangue, ma sono ancora dolcificanti glicemici bassi. Ad esempio, l’alcool di zucchero lattilolo ha un punteggio di indice glicemico di 2, e xilitolo porta un punteggio di 8.

Gli edulcoranti nutrizionali contengono carboidrati, forniscono calorie e influenzano lo zucchero nel sangue. Alcoli di zucchero, zuccheri da tavola, agave, fruttosio, miele e altri zuccheri sono dolcificanti nutrizionali, ma i loro punteggi glicemici vanno dalla gamma glicemica bassa e moderata. Il fruttosio e l’agave sono bassi glicemici, con punteggi 11 e 19 rispettivamente. Lo zucchero o il saccarosio, e il miele, cadono nella gamma moderata con i punteggi dell’indice glycemic di 60 e 61. Per confronto, un punteggio di 70 o superiore indica un alimento ad alto contenuto glicemico.

L’indice glicemico

Dolcificanti artificiali

Valore glicemico degli addolcitori artificiali

Alcoolici di zucchero

Dolcificanti nutrienti