Cosa mangi se hai alto potassio di sangue?

Quasi tutti gli alimenti – carni, latticini, frutta, verdura e legumi – contengono potassio, importante minerale necessario per la corretta funzionalità di tutte le cellule, tessuti e organi del corpo. L’iperkalemia, una condizione in cui i livelli ematici di potassio sono elevati, può verificarsi nelle persone con malattie renali, che influenzano il ritmo cardiaco e diventano mortali per la vita. Limitare la quantità di potassio nella vostra dieta può aiutare a normalizzare i livelli ematici per trattare e prevenire l’ipercalemia. Un dietista specializzato in malattie renali può aiutarti a formulare un piano per limitare il potassio alimentare.

Alimenti di alto potassio

Alimenti ad alto contenuto di potassio contengono oltre 200 milligrammi per servazione. Ad esempio, 1/2 tazza di fagioli neri, lenticchie, yogurt, uva passa, cantalupo, broccoli cotti, spinaci e funghi bianchi contengono oltre 200 milligrammi di potassio. Altre porzioni di alimenti ad alto contenuto di potassio includono due albicocche, una metà di una banana, un quarto di avocado e 1/2 tazza di arance, patate dolci, carciofi, pomodori o zucca. Una tazza di latte, 1/2 tazza di prodotti di crusca, 3 once di manzo, pollo, prosciutto, salmone, capesante o tonno, 2 cucchiai di burro di arachidi e 1,5 a 2 once di cioccolato sono tutti alti anche nel potassio. Evitare questi alimenti, o mangiare solo porzioni molto piccole, può aiutare a trattare o prevenire l’ipercalemia.

Alimenti a basso contenuto di potassio

Le opzioni di alimento a basso contenuto di potassio includono le porzioni di mirtilli, ciliegie, uva, ananas, lattuga, crescione, broccoli crudi, funghi bianchi, cipolle, cetrioli, cavolfiori, melanzane, peperoni e pane bianco, riso, pasta e tagliatelle. Una mela di medie dimensioni o una prugna, una tazza di anguria, e una metà di un orecchio di mais sono anche bassi nel potassio. Inoltre, frutta in scatola come pere, pesche e albicocche sono più basse nel potassio rispetto alle loro controparti fresche. Le opzioni a basso contenuto di potassio per carne e pesce includono le vongole, il granchio in scatola, gli aragoste, i salumi e la carne di manzo cotta, tutti in servi di 3 once o meno. Tre uova, 1/4 tazza di un sostituto dell’uovo, una metà di una tazza di ostriche e 1 once di pancetta sono anche opzioni di potassio a basso contenuto di proteine. Siate consapevoli delle dimensioni di questi alimenti, poiché le porzioni più grandi possono contenere più di 200 milligrammi di potassio.

Leccare il potassio dagli alimenti

La perdita di potassio da alimenti ad alto contenuto di potassio è un altro modo per ridurre l’importo della vostra dieta. Ciò comporta l’ammollo delle verdure in una pentola di acqua calda per almeno due ore o in acqua a temperatura ambiente per almeno quattro ore. Puoi vuotare patate, patate dolci, carote, barbabietole, zucca invernale e rutabagas. Questo processo può tuttavia causare perdite di altri nutrienti come le vitamine B solubili in acqua e la vitamina C. Prima di immergere le verdure di alto potassio, sbucciarle, tagliarle in piccoli pezzi e sciacquarle. Dopo l’immersione, risciacquare nuovamente e poi cuocere come desiderato. Limitatevi ad una porzione, di solito 1/2 tazza. Controllare con il medico o il dietista la quantità di verdure altamente potassio liscivinate che potete inserire con sicurezza nella vostra dieta.

Ridurre il potassio nella vostra dieta

È possibile effettuare semplici sostituzioni per abbassare il potassio. Ad esempio, scegliendo dessert aromatizzati a base di vaniglia o limone e sciibito o sorbetto al posto di cioccolato o gelato, e spuntando su popcorn sfamati, pizzi o torte di riso invece di noci o semi, può contribuire a ridurre la quantità di potassio nella vostra dieta. Poiché molti alimenti a basso contenuto di sodio o sostituti di sale contengono potassio, di solito sotto forma di cloruro di potassio, stagionano i cibi con il pepe, il limone o l’erba, invece di sostituire il sale.